Avrebbe tentato di abusare di due studentesse minorenni iscritte nell’istituto scolastico dove lui stesso insegnava. Ora un insegnante di 59 anni sarà processato per violenza sessuale. Il provvedimento è stato deciso dal gup del tribunale di Nocera Inferiore, che ha rinviato a giudizio il docente, su richiesta della procura.

I fatti risalgono al periodo che va dal 2015 al 2016, ed è stata condotta dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria. Due gli episodi contestati, di cui dovrà rispondere l’uomo, in sede di dibattimento.

Nel primo caso, l’insegnante riuscì a portare con una scusa la prima minore in un appartamento, a Cava de’ Tirreni, di cui aveva disponibilità. Una volta all’interno, l’avrebbe afferrata con la forza, facendola sedere in braccio, sulle gambe, tentando di baciarla sulla bocca. In questo caso, la procura contesta all’uomo il reato di violenza e atti sessuali, perché avrebbe messo la minore in una condizione di inferiorità. Nel secondo caso, l’insegnante – sempre abusando della sua autorità – avrebbe indotto con una scusa una seconda alunna, iscritta allo stesso istituto scolastico, a recarsi in un’aula vuota. L’azione sarebbe stata messa in atto con precauzione, scegliendo un luogo riservato, dove non c’erano altri studenti o personale dell’istituto. Poi si sarebbe avvicinato a lei, chiedendole un bacio e tentando di «costringerla a subire atti sessuali».



continua a leggere su Teleclubitalia.it