erica messina sindrome pesce marcio

Soffre di sindrome da “pesce marcia”. Erica, una ragazza di 30 anni, siciliana, di Messina, soffre di un raro disturbo il cui nome scientifico è Tmau: è una malattia che in Italia colpisce soltanto 15 persone e che fa puzzare il sudore, l’urina e le secrezioni vaginali di pesce marcio.

La giovane ha raccontato il suo dramma a Le Iene. Per anni è stata isolata per il suo cattivo odore: capitava improvvisamente, mentre era in treno o in ufficio. La gente si allontana o apriva le finestre. La manifestazione della sindrome non è prevedibile, a volte è silente per giorni. A darle l’input fu l’ex fidanzato, che un giorno, durante un rapporto intimo, le disse la verità: “Puzzi di pesce”. A quel punto Erica si recò presso uno specialista nel centro di ricerche dell’Università di Messina.

Dopo una visita, le viene diagnosticato il disturbo, che purtroppo non può essere curato, neanche lavandosi. L’unico modo per attenuarlo è condurre una specifica dieta. Oggi, comunque, Erica è fidanzata e felice. La causa più comune della Tmau è una mutazione genetica che si ha fin dalla nascita. Ma il problema può avere anche un’origine diversa e svilupparsi a causa di alterazioni ormonali.



continua a leggere su Teleclubitalia.it