Nonno Mariano sfrattato di forza: il 90enne, malato terminale, legato ad una barella

Nonno Mariano sfrattato di forza: il 90enne, malato terminale, legato ad una barella

Nonno Mariano è stato sfrattato, non c’è stato nulla da fare. L’uomo – 90 anni, disabile e malato terminale – è stato costretto oggi a lasciare l’abitazione di via Diana a Mondello (Palermo).

Il caso era stato trattato anche dalla trasmissione “Le Iene”. Volevo morire in quella casa e l’aveva detto anche a gennaio all’ufficiale giudiziario. Dietro c’è una storia complicata di liti e dissidi familiari. L’abitazione era stata acquistata all’asta dalla nipote per questioni di eredità.

“Tutto – ricordano Le Iena – è dovuto a una lite familiare quarantennale anni per l’eredità di una palazzina a Palermo. A volere lo sfratto è stata la nipote di Mariano, Isabella, che con il marito Pino ha comprato all’asta la parte della casa che apparteneva a Mariano, pignorata per debiti dopo le cause perse ogni volta nella continua lite infinita per l’immobile. Isabella e Pino hanno rifiutato di accettare da Mariano 400 euro di affitto per fargli passare gli ultimi anni nella sua casa.”

Dopo un lungo calvario, oggi il triste epilogo. Il 90enne è stato legato ad una barella e  trasportato con un’ambulanza in una casa di cura.

VIDEO:

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.