Giugliano, gli danno un pugno mentre è in bici e poi lo investono

Giugliano, gli danno un pugno mentre è in bici e poi lo investono

Giugliano. Gli tirano un pugno mentre è in bici e, in un secondo momento, lo investono. L’episodio di violenza si è verificato questa mattina, intorno le 7:15, in due note zone di Giugliano: via Aniello Palumbo e Piazza Gramsci.

Il racconto arriva dai social. La sorella della vittima ha denunciato quanto è accaduto attraverso un lungo post, pubblicato su un gruppo Facebook.

“Mio fratello è appassionato di biciclette e stamattina, come ogni domenica, stava raggiungendo la sua comitiva allo Chalet” – scrive la giovane – quando all’improvviso una macchina, una Ford Fiesta Nera, con tre ragazzi all’interno, si è avvicinata verso di lui. Uno dei tre occupanti, ha abbassato il finestrino e si è piegato in avanti per tirargli un pugno dietro la schiena”, spiega la sorella della vittima.

Ma è solo l’inizio. Il pugno viene paragonato dalla ragazza ad una “coltellata”, che impedisce al giovane di respirare regolarmente. Affannato e con la schiena dolente, il ragazzo raggiunge finalmente Piazza Gramsci, dove ad aspettarlo ci sono i suoi amici. Ma di colpo sviene e il suo corpo viene adagiato su una panchina, in attesa che riprenda conoscenza. 

Intanto i tre aggressori, provenendo da via Fratelli Maristi, arrivano in piazza. La vittima, nel frattempo, riprende i sensi e si accorge che la vettura si trova a pochi metri da lui, per cui si alza dalla panca e cerca di individuare la targa e i responsabili.

“L’auto ha accelerato in un modo assurdo ed ha investito in pieno mio fratello, che è rimbalzato all’indietro a causa del violento impatto”, spiega la giovane. Poi conclude: “Non è possibile che esistano ancora persone così, mio fratello ha rischiato grosso! Rovinare una giornata ad un ragazzo che stava pedalando, senza alcun motivo!”. 

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.