Respinti dal locale perché partenopei. Una storia che ha dell’inverosimile, che ha come protagonista una comitiva napoletana in vacanza a Ibiza. “Non credevamo alle nostre orecchie quando ci hanno detto di andare via. Ci hanno cacciato dal locale dopo il controllo dei documenti”. È il racconto di Laura allontanata insieme al fidanzato e ad altri amici da un noto locale della movida spagnola.

“Una discriminazione ingiustificata – dice la giovane – senza nessun episodio eclatante che si sia verificato che abbia potuto precluderci l’ingresso al locale. Ci siamo sentiti mortificati e umiliati, allontanati davanti a decine di persone che ci guardavano in modo sospetto”. Stando al racconto della ragazza, l’ordine di servizio era quello di non far entrare i turisti napoletani perché considerati “pericolosi” e “malfamati”. “Mi chiedo – continua la giovane napoletana – se sia regolare gestire un locale pubblico con preclusioni del genere”.

inlineadv
related