Erano specializzati negli assalti ai portavalori. Ben organizzati e dotati anche di armi da guerra come kalashnikov. Sono state fermate però nei giorni scorsi i 19 appartenenti al gruppo criminale: un’alleanza tra Napoli, Salerno, Foggia e che progettava colpi anche in Germania. 

Sarebbe potuta essere la “rapina del secolo”, con banditi armati di Ak-47 e jammer che avrebbero assaltato un portavalori ‘carro armato’, in Germania, contenente milioni di euro; ma il lavoro di intelligence tra polizia italiana e polizia tedesca ha consentito di evitare un conflitto a fuoco che si sarebbe potuto trasformare in una strage. Gli investigatori sono riusciti a raccogliere diverse intercettazioni e materiale video per incastrare la banda.

I una i malviventi si compiacevano con sé stessi dopo la rapina ad un furgone blindato della Cosmopol a Fisciano dopo 75mila euro. Il basista sarebbe stato Ciro De Falco, dipendente incensurato proprio della Cosmopol.

L’INTERCETTAZIONE: 

A: …non ha capito quello che deve succedere là… se si avvicina una pattuglia le botte si sentono fino a là. Quindi poverino quello che si avvicina con quella macchina…io già lo so la cosa succede…

D: vogliono mettere il coso a “Friziare”(inteso come sparare) A: hai capito o no? Già lo so, già lo so, quelli non lo sanno…

D: mettigliele pure nei calzini due o tre botte di kalashnikov!

A: si gliela tirai l’altra volta!!!

D: meno male che l’ultima volta ci dovevo fare solo il padino…

A: io l’ho fatto sparare… quando ho visto che lui si è messo avanti… ho detto “spara!”.. si è messo fuori con il…pum pum pum (smula il rumore dei proiettili)

D. lui lo vorrei atterrare (ammazzare) proprio

A:…io volevo sparare e quello mi ha messo la macchina all’incontrario, non mi voleva uscire più

D: ma che sono venuti quelli dell’Isis veramente?

A:…che si vedono la macchina tutta mitragliata…

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it