Weekend di sangue sulle strade. Tre morti in Campania

Weekend di sangue sulle strade. Tre morti in Campania

Un weekend nero per le strade campane che hanno visto morire sul proprio asfalto ben tre persone.

3 vittime di incidenti che hanno stroncato la vita a due uomini e ad una donna.

Tutto è cominciato venerdì quando una donna di 83 anni è morta dopo essere stata investita da un Suv nei pressi del cimitero di Mercato San Severino, nella frazione di Costa. L’anziana è stata immediatamente trasportata all’Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, ma è morta poco dopo il ricovero.

 

Le due tragedie di ieri invece coinvolgono un uomo di 30 anni a Mondragone ed un ragazzo di 16 anni. Lo scontro tra una Fiat panda e due moto si è verificato nei pressi di Ditellandia, sul litorale. Il conducente della Panda è in gravi condizioni ed è rimasto per ore incastrato tra le lamiere. Un giovane centauro di Trentola Ducenta Francesco Catalano di 30 anni è morto mentre l’altro è in rimasto gravemente ferito.

La tragedia più grande, vista l’età del defunto, è avvenuta però sulla Sorrentina dove un ragazzino è deceduto.

E’ successo verso le 12:15 sulla Statale Sorrentina 145, nei pressi dell’incrocio di Pozzano, che ancora adesso riporta i segni di un incidente mortale che ha stroncato la vita di un 17enne, L.D.R. in questa soleggiata Domenica. Erano due scooter, due SH che venivano da Vico Equense. Entrambi muniti di casco, ma non abbastanza per proteggere il povero ragazzo che ha perso il controllo del ciclomotore, andando a sbattere sui blocchetti di cemento posti sul marciapiede (come riportati nelle foto), perdendo così la vita.Polizia Municipale e 118 di Castellammare di Stabia sul posto per il prelevamento del corpo e per gli ulteriori accertamenti. Purtroppo i tentativi di rianimazione non sono bastati per salvare il povero ragazzo che del resto non era morto sul colpo.

L’altro ragazzo fortunatamente si è salvato.