Vogliono baciare la sua ragazza, lui reagisce e lo pestano a sangue

Vogliono baciare la sua ragazza, lui reagisce e lo pestano a sangue

Provincia. Una storia di gelosia e bullismo quella raccontata da Metropolisweb.it che è finita in tribunale. Secondo quanto riportato dal quotidiano online, un ragazzo ha tentato di difendere la sua ragazza dal tentativo di essere baciato da un coetaneo ed è stato pestato dal branco. Rischia di finire in tribunale la vicenda che ha visto come protagonisti involontari Aurelio e Stefania, due studenti 18enni del liceo “Renato Caccioppoli”.

L’aggressione subita durante la crociera in Spagna, viaggio d’istruzione organizzato dall’istituto di via Domenico Catalano, è diventato oggetto della denuncia che i genitori del ragazzo picchiato hanno presentato presso la tenenza dei carabinieri di Scafati, nei confronti del branco di violenti, dei loro genitori e della compagnia di navigazione dedicata all’attività crocieristica. Un episodio accaduto la scorsa settimana, negli ultimi giorni dell’esperienza all’estero dei diciottenni residenti nella città dell’Agro nocerino sarnese.

A far scattare la scintilla tra il gruppo di studenti dell’ultimo anno e alcuni ex alunni del liceo, in Crociera autonomamente proprio nella settimana in cui era stata organizzata la gita d’istituto, è stata una serata in discoteca. Aurelio e Stefania, insieme ad altri amici, vogliono passare una serata tranquilla, per chiudere al meglio una settimana da ricordare per sempre. Ma a rovinare i loro piani c’avrebbero pensato un gruppo di ex studenti del “Caccioppoli”, sei in totale, a divertirsi in discoteca. In quattro, però, decidono di trascorrere la serata in modo diverso, intercettando così alcuni liceali.

Uno di questi, durante le danze, avrebbe tentato di baciare la ragazza di Aurelio, che, dopo aver evitato il contatto con il coetaneo, ha chiesto aiuto al suo fidanzato. Che ovviamente non si è tirato indietro dal difendere la sua dolce metà, sfidando il giovane che aveva tentato di baciarla e, di conseguenza, gli altri componenti di ex alunni.

Fonte: Metropolisweb.it