Scafati, sposa scappa con il testimone di nozze: matrimonio già finito

Scafati, sposa scappa con il testimone di nozze: matrimonio già finito

Era tutto pronto. Le pubblicazioni, il ristorante. Ogni cosa. Dovevano soltanto coronare il loro sogno d’amore il prossimo maggio. Ma le nozze sono naufragate perché la futura sposa ha deciso di scappare con il testimone di nozze, un caro amico del futuro sposo. E’ successo a Scafati, in provincia di Salerno. A darne notizia il quotidiano Le Cronache oggi in edicola.

La storia. La tresca è venuta alla luce quando ormai era già tutto spesato e pronto per il matrimonio a maggio prossimo. La coppia di sposi ha poco meno di trent’anni. Anna (nome di fantasia) lavora come estetista mentre il fidanzato è un collaboratore di suo padre, commerciante e allevatore.  Dopo alcuni anni di fidanzamento la scelta di sposarsi. I giovani scelgono la location per il ricevimento versando un acconto, individuate anche le bomboniere e deciso pure il viaggio di nozze: una crociera di quindici giorni nel Mediterraneo. Non manca nulla, vengono versati gli anticipi anche per gli abiti, il fotografo, il fioraio, noleggiata l’auto da cerimonia.

La scomparsa. Con qualche mese di anticipo è già tutto pronto, a mancare è solo il sì davanti ad un sacerdote. Prima però, occorre seguire l’iter di legge e provvedere alle pubblicazioni di matrimonio. Ma la sposa, all’improvviso, sembra scomparire nel nulla. Nessun messaggio, telefono spento, tutta la sua roba è a casa. Per diverse ore di Anna non si hanno tracce. Parte il tam tam di telefonate tra parenti e amici, fino a che il futuro marito chiama il suo amico e testimone di nozze, sposato anch’esso e padre di una bambina.
La scoperta. E’ il momento della doccia gelata. «Anna è con me, siamo presso la mia casa al mare in Puglia. Stiamo bene. Io e Anna abbiamo una relazione da quasi un anno». Il mai marito resta senza parole, lo stupore e l’incredulità sono tali da non fargli prendere subito cognizione della situazione. Passato lo smarrimento, il ragazzo si mette in auto e raggiunge la coppia clandestina sulle coste pugliesi, dove fino alla scorsa Estate tutti assieme avevano trascorso le vacanze.
Sul posto, sbollita la rabbia con una comprensibile scenata di gelosia, al ragazzo viene spiegato tutto. La tresca era nata poco dopo aver deciso di sposarsi, prima ancora di cominciare con i preparativi. Anna racconterà di aver confidato tutto ai suoi genitori, spiegando di non voler più sposarsi e di evitare ogni preparativo.
 La relazione è andata avanti, fino al momento in cui le cose si erano talmente complicate che scappare è stata l’unica soluzione possibile. Due matrimoni saltati, uno ancora da celebrare e l’altro già consumato.