Orrore a Roma: trovate gambe mozzate in un cassonetto

Orrore a Roma: trovate gambe mozzate in un cassonetto

Orrore a Roma, all’altezza di Villa Gori, dove all’interno di un cassonetto sono stati ritrovati i resti di un cadavere sezionato. In particolare sono state scoperte due gambe, tagliate con ogni probabilità con l’ausilio di una sega. Non si trova il resto del corpo.

La scoperta è stata fatta da una ragazza all’altezza di viale Maresciallo Pilsudski. La giovane si è anche sentita male per lo shock.

Sul posto è giunta la Polizia che ha avviato le indagini per cercare di risolvere quello che per ora sembra un vero e proprio mistero. Da una prima analisi del medico legale sembrerebbe che il corpo non appartenga ad un senza fissa dimora.

Gli agenti proveranno a chiarire la questione. Fatto sta che, essendoci solo le gambe, non è possibile risalire all’identità della persona tramite le impronte digitali.