Napoli, blitz dei Carabinieri nel rione Traiano: un arresto, sette denunce e due scantinati chiusi

Napoli, blitz dei Carabinieri nel rione Traiano: un arresto, sette denunce e due scantinati chiusi

Servizio dei carabinieri della compagnia Bagnoli per il contrasto al traffico di stupefacenti nel rione Traiano, considerato dagli inquirenti sotto l’egemonia criminale del clan “Cutolo”. Arrestato per spaccio Davide De Luca, un 24enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, sorpreso su via Marco Aurelio a spacciare dosi di amnesia ad alcuni giovani, segnalati al Prefetto quali assuntori. La sua perquisizione personale ha inoltre permesso di rinvenire altri 13,5 grammi della stessa sostanza. Dopo le formalità è stato condotto in carcere.

Denunciati un 22enne di via Catone con il divieto di dimora in Campania, un 53enne di via Romolo e Remo, un 32enne di Fuorigrotta, un 33enne di Castel Volturno, un 38enne dei Quartieri Spagnoli, un 31enne di Pozzuoli e un 32enne di Monteruscello, tutti già noti alle forze dell’ordine: dovranno rispondere di violazione di sigilli in quanto bloccati dai militari all’interno di 2 scantinati di via Tertulliano che erano stati sequestrati durante la maxi operazione di inizio anno.

A quegli scantinati erano stati installati di nuovo dei cancelli blindati, poi rimossi dai carabinieri; lì dentro, inoltre, i 7 denunciati hanno tentato di disfarsi di materiale per il taglio e il confezionamento di stupefacenti. Infine sono stati rinvenuti, infilati in fessure di palazzine nella cosiddetta “area 44”, 9 plance di hashish (855 g.), materiale per il confezionamento dello stupefacente e 21 cartucce per armi semiautomatiche.

11.09.2017 - servizio al rione traiano