Melito, torna in azione il “ciccione” della truffa dello specchietto

Melito, torna in azione il “ciccione” della truffa dello specchietto

Melito. Nuovo episodio della oramai nota ‘truffa dello specchietto’, questa volta il fatto si svolge a Melito, precisamente in via Enrico Fermi. Qui un Opel parcheggiata sulla destra della strada color celeste, al passaggio dell’auto della vittima, simula il tamponamento dello specchietto retrovisore. Fatto ciò l’auto del truffatore insegue quella del potenziale truffato per farla fermare e richiedere il risarcimento.

La cosa assurda è che il malintenzionato, un “ciccione” non nuovo a questi misfatti, ha richiesto anche la cifra precisa per ricomprare lo specchietto, ovvero 68 euro. Al rifiuto del pagamento, non demorde e mostra il cid che vuole essere firmato. Capita male però perché l’uomo truffato è un poliziotto che non si lascia abbindolare e chiama  i suoi colleghi. Capito che la situazione stava prendendo un piega pericolosa, il truffatore scappa. Si tratta di un uomo grasso che viaggia nella sua auto insieme alla moglie.