Marano, primarie PD truccate? Palladino nell’occhio del ciclone

Marano, primarie PD truccate? Palladino nell’occhio del ciclone

Marano. Primarie truccate o no? È questo quello che ormai si chiedono in tanti tra gli oltre 6000 elettori del centrosinistra che alle scorse amministrative votarono Michele Palladino come sindaco per il centrosinistra, esponente ex IDV, ora NCD, passato alla corte di Liccardo e salvando così praticamente il sindaco forzista dalla sfiducia in consiglio durante la crisi estiva che portò il 14 agosto (ultimo giorno utile ndr) a ritirare le dimissioni a Liccardo.

Palladino arrivò primo (910 voti) distaccando il candidato de PD Morra di 142 voti (furono 768 le preferenze per il democrat). Ma quello che saltò all’occhio fu l’enorme distacco nel seggio di Torre Caracciolo, dove ci fu un plebiscito per Palladino che prese praticamente quasi il 100% delle preferenze.

Ora dopo le dure accuse di Bertini, tutti si aspettano una risposta da Palladino, che però al momento non arriva. Intanto dal Comune il segretario generale, come richiesto dal capogruppo de PD Roberto Sorrentino, ha inviato le dichiarazioni del consiglio in cui Bertini accusava Palladino agli organi giudiziari.

Fabio Sardo

(La redazione di Teleclub Italia è disponibile ad accogliere la replica del signor Michele Palladino)