Marano, l’amministrazione rassicura gli studenti: “Liceo Segrè resta a Marano”

Marano, l’amministrazione rassicura gli studenti: “Liceo Segrè resta a Marano”

Incontro importante quello di stamane al liceo Emilio Segre` tra il Sindaco dott. Angelo Liccardo, l’assessore alla pubblica istruzione avv.Anna Sorrentino, la dirigente scolastica Dott.ssa Maria Rosaria Cetroni e gli studenti, per fare chiarezza sulle future sorti dell’istituto, anche in considerazione delle voci allarmistiche circolate di recente circa il trasferimento in altra sede di un rilevante numero di classi.

Il liceo Segrè costituisce un fiore all’occhiello per la città e resta a Marano.  Si conferma e si formalizza, quindi, un intendimento gia`esplicitato nelle riunioni tenutesi presso la CMN di Napoli, l’ultima ieri pomeriggio, fra l’ing. Gaudino, Dirigente dell’ufficio edilizia scolastica dell’ex provincia, il consigliere metropolitano avv. Marrazzo, l’assessore Sorrentino ed i rappresentanti di istituto, ossia il mantenimento dell’istituto superiore presso la sede maranese. Cio`grazie ai lavori di messa in sicurezza dell’edificio che ospita il liceo, alcuni gia`effettuati, altri a farsi entro la fine dell’anno scolastico, e l’aggiornamento delle certificazioni tecniche, in fase di esecuzione.
L ’Amministrazione ha programmato tutti gli interventi tecnici necessari a garantire l’efficientamento dell’istituto e tali da consentire l’inizio del nuovo anno scolastico a pieno regime senza trasferimenti di classi e rotazioni.
E’un ottimo risultato realizzato di concerto tra Ente comunale, CMN e Istituzione scolastica, che stanno agendo in linea per arrecare migliorie alla struttura in favore degli studenti che ne fruiscono e che con profitto vi svolgono le attivita`didattiche.
Fugato ogni dubbio, quindi, su paventati e consistenti trasferimenti di classi del liceo alla nuova struttura di Mugnano di Napoli. Il Sindaco si dichiara soddisfatto in quanto, nonostante le difficolta ` economiche dell’Ente, si sta riuscendo a fronteggiare le esigenze primarie della scuola che rapprenta una priorita`da salvaguare e rivolge un appello affinché non si facciano inutili strumentalizzazioni che si rivelano fonte di infondati allarmismi.

 

COMUNICATO STAMPA