Marano. Importante arteria chiusa al traffico da circa due anni: protestano gli abitanti di via Recca

Marano. Importante arteria chiusa al traffico da circa due anni: protestano gli abitanti di via Recca

Marano. Diverse decine di famiglie di via Recca sul piede di guerra. L’importante arteria cittadina (una parallela di via del Mare, la strada di Città Giardino) è chiusa al traffico da circa due anni e al Comune non si decidono a ripararla e a metterla in sicurezza. La strada è inagibile nel suo tratto finale dove, in seguito a una voragine, si verificò uno smottamento del terreno sottostante il manto d’asfalto. Con l’arrivo delle piogge si creano continue frane e colate di fango che rendono impraticabile anche il tratto di strada sottostante. Da un po’ di tempo a questa parte è anche diventata un autentico sversatoio di rifiuti di ogni genere.

Gli abitanti del posto non ne possono più: “sono due anni – afferma una signora che abita nelle immediate adiacenze delle vasche della Recca – che ci rechiamo al Comune per far presente le problematiche della zona. Ci hanno solo presi in giro”.

“Forse i nostri amministratori – aggiunge una persona anziana che abita da quelle parti quando c’erano solo poche case e la strada era un sentiero di campagna – non si sono resi conto della gravità della situazione. Sotto la strada ci sono tutti i sottoservizi: la linea principale del gas, la conduttura fognaria, la rete idrica e quella elettrica, per cui ulteriori smottamenti potrebbero causare danni ancora più ingenti. Al Comune dicono sempre che bisogna impegnare la spesa e mai lo fanno”.

Per riparare la strada e metterla in sicurezza occorrerebbero oltre 100mila euro e di questi tempi è difficile reperire questa somma nelle pieghe dell’asfittico bilancio. Nei prossimi giorni dovrebbe essere varato il nuovo piano triennale delle opere pubbliche e la speranza dei cittadini di via Recca è che venga inserita anche la loro strada.

Di Domenico Rosiello