La camorra torna a uccidere, ammazzato il fratello del boss Vastarella

La camorra torna a uccidere, ammazzato il fratello del boss Vastarella

Napoli. E’ deceduto in ospedale Vittorio Vastarella, 43 anni, trasportato d’urgenza all’ospedale Pellegrini dopo essere stato ferito gravemente in una sparatoria in via San Vincenzo alla Sanità.

Vastarella era sfuggito al raid omicida in via Fontanelle lo scorso aprile in un circolo ricreativo, quando un commando armato uccise due persone e ne ferì tre. Rimasero ferite: Antonio Vastarella, 24 anni; Dario Vastarella, 33enne e l’incensurato Alfredo Ciotola.

Per quel duplice omicidio il 9 maggio la polizia arrestò 4 persone: Antonio Genidoni, figliastro del defunto boss Pietro Esposito, fermato a Milano; la moglie Vincenza Esposito; la madre Addolorata Spina ed Emanuele Esposito, figlio e fratello rispettivamente di Giuseppe e Filippo Esposito, a loro volta assassinati in un agguato messo a segno lo scorso 7 maggio in un’autofficina di Marano.

L’efferato omicidio di questa mattina, consumato in pieno giorno tra la folla, rientra nell’ambito della faida del rione Sanità tra i clan Vastarella ed Esposito-Genidoni per il controllo delle piazze di spaccio.