I bimbi malati di cancro ordinano i panini, gesto commovente della paninoteca

I bimbi malati di cancro ordinano i panini, gesto commovente della paninoteca

Commovente quello che è successo ieri all’ospedale Santobono, a testimoniarlo in volontari dell’associazione Diamo una mano onlus sulla loro pagina ufficiale: “Ieri abbiamo organizzato una serata in reparto, dove si era deciso di cenare tutti insieme, dovevamo solo scegliere cosa mangiare; ed allora il nostro gigante C. ci dice -chiamiamo Puok che fa dei panini buonissimi io voglio il mammà!!!- Chi non conosce Puok ormai! è diventato il più famoso “paninaro” degli ultimi tempi.

Al che decidiamo tutti i panini da prendere ed inviamo la prenotazione; che poi da lì a poco sarebbe passata Viviana -una nostra volontaria- a ritirare! Arriva Vivi, con buste piene zeppe di panini, patatine, salse di tutti i tipi, e ci da un bigliettino (quello in foto), ci siamo emozionati tutti; ma non perché non ci abbia fatto pagare nemmeno 1€, o perché ci abbia mandato il doppio di quello che avevamo richiesto, ma per il modo e soprattutto l’amore in cui quel gesto è stato fatto!!

Poi continuano: “Egidio e Teresa, sono fidanzati da tanti anni, e forse persone così buone sulla terra ne esistono poche,ci hanno più volte dimostrato la loro umiltà, il loro amore verso il prossimo, la loro bontà d’animo, sono già stati presenti in passato sul reparto per i nostri ragazzi, ma ieri si sono superati, hanno offerto panini a più non posso, augurandoci solo di passare una buona serata, perché per loro ieri sera solo quello contava, la gioia dei nostri amici guerrieri!”

Poi ringraziano il paninaro tra i più famosi di Napoli: “Ebbene sì anche grazie a voi ieri, siamo riusciti a regalare ai nostri amici qualche ora di sana distrazione, ridendo e gustando i vostri panini buonissimi. Vi aspettiamo una di queste sere per ripetere la serata di ieri, ma questa volta insieme a voi, per regalarvi quei sorrisi che valgono oro. Grazie grazie davvero tanto, perché soprattuto grazie a persone come voi che noi di diamounamano faremo sempre di più, solo per un loro sorriso!”