Faida di Scampia, fine della latitanza per il leader degli Scissionisti

Faida di Scampia, fine della latitanza per il leader degli Scissionisti

Fine della fuga. E’ finito in manette questa sera il 35enne Roberto Manganiello, leader degli Scissionisti del gruppo Marino. Era latitante dal 2012, ricercato per il duplice omicidio Salierno/ Montanino del 2004 che avviò la prima faida di Scampia, ed è stato catturato questa sera dagli agenti del commissariato di Polizia di Scampia. Montanino era il braccio destro del boss Di Lauro.

E’ stato rintracciato dai poliziotti ad Orta di Atella (provincia di Caserta), in via Lampitelli, mentre si trovava con l’amante e guardava la partita del Napoli. Manganiello (nipote del boss Gennaro Marino, detto McKay) era inserito nella lista dei 100 latitanti di massima pericolosità. Al momento della cattura non ha opposto resistenza. Un poliziotto, travestito da pony express, ha bussato alla porta dell’abitazione con la scusa di consegnare una pizza dando il via al blitz. Intanto, intorno al palazzo, si erano già sistemati una cinquantina di agenti che gli avrebbero precluso ogni via di fuga