Clan Ferrara, finisce in manette il cognato di Mimì: rapinò un tir e sequestrò l’autista

Clan Ferrara, finisce in manette il cognato di Mimì: rapinò un tir e sequestrò l’autista

Quando i carabinieri sono giunti a casa sua non ha opposto resistenza. Vincenzo D’anania, 62anni, ritenuto affiliato al clan Ferrara è finito in manette per ricettazione.

D’anania è il cognato del boss Mimì Ferrara perché ne ha sposato la sorella. Il 62enne adesso è ai domiciliari e dovrà espiare un residuo pena di quasi 5 mesi di reclusione per ricettazione commessa nell’aversano il 10 gennaio 2004, quando fu scoperto che era implicato nella rapina a un tir che trasportava carni, con tanto di sequestro dell’autista dell’autoarticolato.

L’uomo con dei complici rapinó un tir carico di carni, sequestró l’autista è lasció l’auto articolato in zona tre ponti dove però una pattuglia notò strani movimenti. Fu lì che al ritorno i malviventi furono braccati dalla polizia e finirono in manette