Circumvallazione esterna, escalation di rapine: la nuova tecnica criminale

Circumvallazione esterna, escalation di rapine: la nuova tecnica criminale

Almeno due episodi consumati nel giro di pochi giorni. Ad agire, forse, una stessa banda che adopera una nuova tecnica criminale. Il teatro è il solito: circumvallazione esterna e asse mediano.

La prima rapina. Il primo episodio è stato registrato circa una settimana fa. Vittima un ragazzo melitese che viaggiava a bordo di un’Audi A1, all’altezza dell’ultima rotonda di Melito, nei pressi del mercato ortofrutticolo. Il conducente è stato raggiunto alle spalle da un’auto che procedeva a fari spenti. I malviventi hanno improvvisamente acceso gli abbaglianti per agire di sorpresa, hanno speronato il veicolo della vittima e lo hanno obbligato a uscire fuori strada. A quel punto è scattato l’incubo: quattro rapinatori, tutti armati di pistola, hanno puntato l’arma alla testa del ragazzo e lo hanno costretto a consegnare danaro, telefonino e chiavi dell’auto. La vittima è tornata a casa a piedi: per fortuna la vettura è stata recuperata grazie all’antifurto satellitare e individuata in un garage di Scampia.

Il tentativo fallito. Il secondo episodio si è consumato invece pochi giorni fa. Vittima, questa volta, una ragazza, che viaggiava a bordo di un’utilitaria. La conducente è uscita dall’asse mediano e ha imboccato la circumvallazione esterna. Stesso posto: tra Melito e Mugnano. I malviventi, sempre a bordo di un’auto a fari spenti, l’hanno speronata per farla uscire fuori strada. La ragazza però ha avuto la prontezza di riprendere il controllo del veicolo e di scappare all’interno di un parco privato di corso Europa. I rapinatori hanno provato a inseguirla, ma la vittima del raid è riuscita a far perdere le proprie tracce.

La tecnica. Non si esclude che ad operare sia stata, in entrambi gli episodi, una stessa banda criminale. Per non insospettire le proprie vittime, la banda viaggia a fari spenti, poi accende gli abbaglianti per cogliere di sorpresa il conducente del veicolo finito nel loro mirino e infine sperona l’auto in maniera violenta. Quando i banditi si assicurano che la vittima è finita fuori strada, scendono dal veicolo e, armati di pistola, la obbligano a consegnare macchina e contanti.