Campania, Francesco muore a 22 anni. La lettera della fidanzata: “Grazie d’avermi amata”

Campania, Francesco muore a 22 anni. La lettera della fidanzata: “Grazie d’avermi amata”

Il suo cuore ha smesso di battere. Ma, questa volta, per sempre. Ieri sera Antonio Ciccarelli, il ragazzo di 22 anni che martedì era stato colto da un infarto mentre cenava con la fidanzata in un ristorante di Salerno, è deceduto presso il reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale “Ruggi d’Aragona” di Salerno. I familiari e la fidanzata, che, in questi giorni, non lo hanno mai lasciato solo, sono sprofondati in un immenso dolore davvero difficile da descrivere.

LA LETTERA – La giovane, che da diversi anni era fidanzata con Antonio, gli ha scritto un lungo messaggio di addio sulla sua pagina Facebook: “Avrei voluto dirti tante cose, ma pensandoci le mie ansie ti hanno già detto tutto in questi anni. Fin da quando ci siamo conosciuti hai detto che sapevi che qualcosa sarebbe successo tra di noi.. avevi ragione perché due come noi non si amano solo ma si vivono. L’unico rimpianto che non posso avere è proprio questo: averti vissuto fino alla fine, averti visto sorridere, averti fatto disperare ancora una volta con i miei “e se poi non mi vorrai più bene”, averti assecondato a fare la prima guida, averti baciato.. ma soprattutto aver visto i tuoi occhi desiderosi guardarmi ancora una volta, non come se fosse l’ultima. Avevamo fatto progetti più grandi di noi e ci abbiamo sperato, perché quando due persone sanno che la persona giusta è arrivata pensano subito che il proprio futuro non è più un “io” o “tu” ma un ” Noi”. Grazie di avermi amato con tutto te stesso, di essere stato geloso da farmi ridere, di avermi assecondato nelle mie follie, grazie di essermi stato vicino in quei periodi brutti che ti sembravano non finire più e mi dispiace averti visto piangere in quelle situazioni, ma tu mi hai dato forza e coraggio. Ricorderò le serate nel lettone, netflix e coccole, le partite infinite, le notti prima degli esami e il tuo cuore battere forte quando ci appoggiavo la testa. Ricorderò le risate e i pianti per le nostre stupidaggini, le canzoni, le mani sul cambio, l’ansia del concerto, i viaggi che avevamo progettato, il tuo “porteremo i nostri figli allo stadio?”, ricorderò tutto quello che ci lega perché io te l’ho detto che noi “Siamo due legati dentro” e che “Il nostro amore era fatto apposta per due come noi”. E, quella proposta non “ufficiale” ma “ufficiosa”, come dicevi tu, io non la dimentico, non ti libero di me e, quindi diglielo a quegli angeli che sono li con te che tu hai solo occhi per me!  Ciacianiello ci rivediamo nei sogni”.  

Centinaia i messaggi di condoglianze che vengono pubblicati di ora in ora da familiari, amici, conoscenti del giovane salernitano che è volato in cielo lasciando un vuoto incolmabile nel cuore di chi l’ha conosciuto. I funerali si svolgeranno lunedì 18 settembre alle ore 9.30 presso la chiesa del Volto Santo.