Botti inesplosi, grave 35enne di Arzano. L’appello degli artificieri dell’Arma

Botti inesplosi, grave 35enne di Arzano. L’appello degli artificieri dell’Arma

I carabinieri di Napoli hanno portato avanti fino all’ultimo minuto i servizi organizzati per prevenire e reprimere l’uso e la vendita di botti illegali. Dalle prime ore del mattino gli artificieri e unità cinofile antiesplosivo dell’arma stanno pattugliando le strade per individuare e rimuovere i pericolosissimi botti inesplosi, ovunque ne venga segnalata la presenza.

Uno dei feriti di questa notte è un 35enne di Arzano ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Cardarelli per lesioni a un piede causate dallo scoppio di un petardo inesploso lasciato sulla pubblica via.

La raccomandazione degli specialisti dell’Arma al riguardo: fate attenzione ai petardi o razzi, “i botti più pericolosi”, non avvicinatevi e segnalatene subito la presenza alle forze dell’ordine.

Sequestri, denunce e arresti fino all’ultimo minuto contro i botti illegali. Nelle ore vicine allo scoccare della mezzanotte i militari hanno sequestrato tra napoli e provincia 912 chilogrammi di botti illegali o proibiti, arrestato 3 persone e denunciato 13 soggetti.