A le Iene la dieta mima digiuno che allunga la vita. VIDEO

A le Iene la dieta mima digiuno che allunga la vita. VIDEO

Dieta che allunga la vita? Nella puntata de Le Iene andata in onda domenica 9 ottobre Nadia Toffa ha mostrato gli effetti benefici della dieta mima digiuno, che avrebbe il potere di allungare la durata di vita media delle persone. Lo scopo di questo tipo di alimentazione è quello di prevenire l’insorgenza di alcune malattie e allo stesso tempo di favorire la perdita di peso. A studiare questo regime alimentare è stata una squadra di esperti guidati dal ricercatore Valter Longo, della University of Southern California.

Come funziona? Secondo i sostenitori della dieta mima digiuno, considerando lo stato di salute generale del soggetto e la sua circonferenza addominale, si dovrebbe seguire una riduzione abbondante dei pasti di 5 giorni, una fase da ripetere ogni 3 o 6 mesi. Non si tratta di un vero e proprio digiuno, come indicherebbe il nome della dieta. Alcuni cibi vengono evitati e altri vengono introdotti. In generale la dieta divide i nutrienti in 14% di proteine, 43% di carboidrati, 46% di grassi, riducendo l’apporto calorico in una percentuale che varia dal 34% al 54%.

Cosa Mangiare. Come ha mostrato il servizio de Le Iene, non si può stabilire in maniera generale che cosa mangiare nella dieta mima digiuno. I singoli cibi vengono stabiliti dal medico, dopo una visita accurata e tenendo conto della salute del paziente. Si tratta di un regime alimentare molto personale, che intende far perdere peso e prevenire l’insorgenza di malattie gravi. Di solito viene consigliato il consumo di zuppe, di verdure, di liquidi privi di zuccheri, di frutta secca, di carboidrati semplici e di grassi naturali.

I benefici. La dieta mima digiuno può portare al raggiungimento di alcuni benefici a vantaggio della salute. Tutto sta nella riduzione delle calorie, che porta ad una riduzione del rischio dell’incidenza del cancro, ad un ringiovanimento del sistema immunitario, ad un calo delle infiammazioni e ad un rallentamento della perdita di densità minerale a carico delle ossa. In particolare gli esperti hanno notato che con questa dieta si riducono i fattori di rischio legati all’invecchiamento e anche al diabete e alle malattie che interessano l’apparato cardiovascolare. Chi ha problemi di peso, inoltre, può perdere qualche chilo di troppo.