24enne accoltella il fidanzato ma non finisce in carcere: “Troppo intelligente”

24enne accoltella il fidanzato ma non finisce in carcere: “Troppo intelligente”

Non importa se abbia tentato un omicidio, Lavinia Woodward non è andata in galera per la sua intelligenza. La sentenza dei giudici? «Condannata a dieci mesi con sospensione della pena».

La 24enne britannica pare sia una ragazza brillante, i suoi voti all’università parlano chiaro. L’università che frequenta, però, non è da meno: la ragazza studia nella prestigiosissima Oxford per diventare cardiochirurgo. Insomma, la materia grigia non le manca di certo. Ma cosa avrà scatenato la sua indomabile ira? Una lite.

La dinamica. Pare che la bella britannica abbia litigato con il fidanzato mentre si trovavano al Christ College, lei lo aveva aggredito con un coltello da cucina e lanciandogli addosso un bicchiere e un vaso. Stando alle indagini, la ragazza era sotto l’effetto di alcool e di  sostanze stupefacenti.

La sentenza. E’ giunta ieri la sentenza dei giudici. La ragazza avrebbe rischiato ben 5 anni di carcere, ma è riuscita a cavarsela con un periodo di reclusione decisamente molto più breve. E come se non bastasse, le è stato aggiunto anche la sospensione della pena. Secondo i magistrati il carcere potrebbe nuocere alla sua intelligenza e soprattutto compromettere la futura carriera da medico. Perciò le sarà sufficiente intraprendere e seguire con costanza un percorso di disintossicazione da droghe.