Metro e bus fermi a Napoli, le ragioni della protesta

Metro e bus fermi a Napoli, le ragioni della protesta

Rabbia, blocchi e tensioni stamani per lavoratori ed utenti del trasporto pubblico napoletano. Gli operai della Samir, la ditta che si occupa delle pulizie per Anm, all’alba hanno bloccato infatti la metropolitana al capolinea di Scampia-Piscinola, e gli autobus all’uscita dei depositi. Al centro della protesta il mancato pagamento delle spettanze da parte della disastra Azienda Napoletana Mobilità.

Intorno alle 11 ci sono state anche delle cariche da parte della polizia per provare a liberare i binari ed alcuni manifestanti sarebbero stati fermati. La ditta, con oltre 300 dipendenti, vanta cinque milioni di euro di arretrati dall’Anm, attualmente in fase di concordato. I lavoratori avevano già programmato uno sciopero di 48 ore per il 29-30 gennaio, ma dopo la comunicazione ricevuta ieri hanno deciso di dare un segnale forte e chiedere un intervento urgente. La paralisi del trasporto pubblico ha bloccato migliaia di persone. Intorno alle 13.30, dopo circa 7 ore di blocco, la circolazione è stata ripristinata.

VIDEO: 

Tags