Superenalotto, centrato “5” in provincia di Napoli. Sale jackpot

Superenalotto, centrato “5” in provincia di Napoli. Sale jackpot

SuperEnalotto, Jackpot ancora più in alto: nessuno riesce a centrare la sestina esatta nel concorso del 16 gennaio (9 29 51 53 74 76 Jolly 28 SuperStar 12) e il premio di prima categoria raggiunge gli 86,4 milioni di euro, il più alto in palio al mondo.

Nell’ultimo appuntamento sono però tre i 5 che si aggiudicano circa 60mila euro a testa: le vincite sono state realizzate a Reggio Calabria (Tabacchi in Viale delle Rimembranze 2), Oderzo (Treviso, Tabaccheria Marin in via Umberto I 44) e Comiziano (Napoli, Sali e Tabacchi in via Napolitano 7). Oggi, inoltre, 17 gennaio, è una data storica per il SuperEnalotto: esattamente 20 anni fa, in questa data, fu centrato il primo storico “6” del concorso di casa Sisal, 11,8 miliardi di lire, poco più di sei milioni di euro. È una ricorrenza di cui tutti si ricordano non solo perché fu la prima in assoluto, ma anche perché fu una vincita “di gruppo”: centrata con un sistema giocato al Bar Pergola di via Fiume a Poncarale, in provincia di Brescia. Poncarale, dopo quel 17 gennaio 1998, finì su tutti i giornali e nonostante il paese abbia solo cinquemila abitanti, i vincitori rimangono ancora avvolti nel mistero.

Solo uno, dopo qualche anno, è uscito alla scoperta ed è il titolare della ricevitoria fortunata. Il 17 gennaio, per gli amanti della cabala, è una data “magica”, visto che sempre in questo giorno, a dieci anni di distanza dal “6” di Poncarale, fu centrato un altro Jackpot. Questa volta la fortuna, con un colpo da oltre 33,5 milioni di euro, si fermò a Ospedaletto D’Alpinolo, in provincia di Avellino; paesino di duemila anime, fino ad allora conosciuto per l’ottimo torrone, ma da lì in poi alla ribalta per aver ospitato la Fortuna. Agipronews