Napoli, decisione a sorpresa del Tribunale: capodanno a casa per le donne del boss Zagaria. VIDEO

Napoli, decisione a sorpresa del Tribunale: capodanno a casa per le donne del boss Zagaria. VIDEO

Il Tribunale del Riesame libera le donne di Zagaria arrestate due settimane fa dalla DIA di Napoli. Ad anticiparlo il sito Edizionecaserta.it. I giudici hanno accolto l’istanza dei legali della famiglia del boss dei Casalesi, convertendo l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nella misura meno restrittiva degli arresti domiciliari.

Tornano a casa, dunque, Beatrice Zagaria, sorella di Michele; Francesca Linetti, moglie di Pasquale, fratello di Michele; Tiziana Piccolo, altra cognata di Michele; Patrizia Martino, sorella di Antonio, altro fratello del boss. Tutte sono accusate di ricettazione con metodo mafioso. Il cuore delle indagini è racchiuso nelle dichiarazioni rese dal capoclan ai parenti durante le visite al carcere di Terni, dove è detenuto.

Le quattro donne, secondo la Procura,sono destinatarie di risorse dell’organizzazione riservate al pagamento dello “stipendio” mensile agli affiliati. Francesca Linetti, la moglie di uno dei fratelli Zagaria, Pasquale, percepiva circa 3.500 euro al mese, ma lo stipendio poteva scendere anche a 1.500 euro. E non mancavano scaramucce fra cognate, liti per accaparrarsi lo stipendio più alto.