Una montagna di rifiuti nelle campagne di Aversa, sigilli dei carabinieri. Denunciato il proprietario dell’area

Una montagna di rifiuti nelle campagne di Aversa, sigilli dei carabinieri. Denunciato il proprietario dell’area

I Carabinieri del None di Caserta, nel corso di attività finalizzata al contrasto degli illeciti ambientali e la salvaguardia dell’ambiente, nell’agro del comune di Aversa – località Le Cancelle,  individuavano un’area di circa 5mila metri quadri, opportunamente recintata e con ingressi delimitati da cancelli carrai. Parte della stessa, per un estensione di circa 1000 metri quadri era stata utilizzata dal proprietario per la creazione di una vera e propria discarica a cielo aperto, di rifiuti speciali pericolosi e non costituiti da circa 200 metri cubi di detriti da demolizioni edili tra i quali si evincevano mattoni forati, mattonelle, plastica, tubi in pvc, ferro, fresato di asfalto stradale, sfalci di potatura, onduline  verosimilmente in matrice cemento amianto,  imballaggi metallici contenenti residui di emulsioni oleose, filtri olio, pneumatici fuori uso; il tutto depositato sul nudo terreno, nonché un cassone carico di rifiuti da demolizione edile utilizzato per il trasporto nel sito del materiale di scarto rinvenuto.

Al termine del controllo i militari hanno deferito alla competente autorità giudiziaria di Napoli Nord – Aversa, il proprietario dell’area, ritenuto responsabile delle violazioni dell’art. 256 commi 1 e 3 (smaltimento illecito di rifiuti speciali pericolosi e non e realizzazione di discarica abusiva). Successive attività tecniche sul sito in sequestro, potranno verificare la reale compromissione delle matrici ambientali, interessate dallo sversamento. L’odierno sequestro, operato in piena Terra dei Fuochi, rappresenta un ulteriore segnale dell’impegno dei militari dell’Arma dei Carabinieri e del N.O.E., nel reprimere le persistenti condotte illecite nel settore dello smaltimento dei rifiuti, che vanno ad incidere sull’ambiente e sulla salute dei cittadini.