Non bastava l’aumento delle bollette di luce e gas previsto per questo autunno, c’è anche il rincaro dei carburanti a pesare sulle tasche degli italiani.

Vola il prezzo della benzina: rincari più alti dal 2014

Il prezzo della benzina si è portato sui massimi degli ultimi sette anni. Nella settimana appena trascorsa il costo medio del carburante si è attestato a 1,670 euro al litro, ovvero al livello più alto del 2014, quando viaggiava in media a 1,681 euro. 

Sale il costo del Diesel

E non è solo la benzina ad essere in rialzo. Sale anche il prezzo del diesel, che si attesta a 1,516 euro a litro. “Il caro-benzina trascina con sé i prezzi al dettaglio, determinando tensioni nel settore alimentare, con i listini al dettaglio del comparto che agosto salgono del +0,8% — ha affermato Carlo Rienzi, presidente del Codacons —. Una vera e propria batosta invece per i trasporti, che crescono del +5,3% e una maggiore spesa per gli spostamenti che raggiunge +286 euro annui a famiglia”. 

“I rincari della benzina alla pompa produrranno un aggravio di spesa, solo per i rifornimenti di carburante, pari a +324 euro annui a famiglia” ha commentato l’associazione.

Leggi anche >> Bollette luce e gas, arriva la stangata di autunno: rincari al 40%. Perché aumenteranno i prezzi

“Governo intervenga”

Secondo l’Unione Nazionale Consumatori è necessario che il governo intervenga non solo su luce e gas, ma anche sul caro benzina, riducendo le accise sui carburanti. “Altrimenti queste tre voci rischiano di far schizzare verso l’alto l’inflazione con ripercussioni sul potere d’acquisto delle famiglie e, di conseguenza, sui consumi”, dichiara al Corriere della Sera Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. 

Secondo quanto rilevato dall’associazione, da inizio anno, “un pieno da 50 litri è aumentato di 11 euro e 46 cent per la benzina e di 9 euro e 88 cent per il gasolio, con un rincaro, rispettivamente, del 15,9% e del 15%. Su base annua è pari a una stangata ad autovettura pari a 275 euro all’anno per la benzina e 237 euro per il gasolio. In un anno, dalla rilevazione del 21 settembre 2020, quando la benzina era pari a 1,389 euro al litro e il gasolio a 1,267 euro al litro, un pieno da 50 litri costa 14 euro e 10 cent in più per la benzina e 12 euro e 46 cent in più per il gasolio, con un rialzo, rispettivamente, del 20,3% e del 19,7%. Un rincaro che equivale, su base annua, a una mazzata pari a 338 euro all’anno per la benzina e a 299 euro per il gasolio”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it