Adalgisa Gamba resta in carcere. La mamma 40enne di Torre del Greco che il 2 gennaio scorso aveva ucciso il figlio di 2 anni annegandolo in mare resta detenuta nel carcere di Pozzuoli dove era stata tradotta subito dopo l’interrogatorio.

Pozzuoli, Adalgisa Gamba resta in carcere

Secondo la difesa, la donna, non poteva essere trattenuta in carcere per una situazione psichica non compatibile. Decisione bocciata dopo una perizia psichiatrica richiesta dal gip del tribunale di Torre Annunziata.

Dunque la 40enne potrebbe restare dietro le sbarre fino all’udienza del tribunale del Riesame che deciderà se persistono ancora eventualmente le esigenze cautelari.

Uccide il figlio di due anni

Adalgisa Gamba era convinta che suo figlio era affetto da autismo dopo alcune ricerche effettuate su internet. Per questo motivo lo avrebbe ucciso gettandolo in mare. Tale malattia, però, non sarebbe mai stata diagnosticata da alcun medico.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it