Parola d’ordine: accelerare con le vaccinazioni per evitare che la quarta ondata travolga il Paese. Il Governo si appresta così a mettere sul tavolo le nuove misure anti-covid per frenare la diffusione del contagio e salvare il Natale oramai alle porte.

Super Green pass, in arrivo nuovo decreto: restrizioni solo per no vax

Giovedì prossimo si terrà anche il Consiglio dei Ministri, durante il quale l’Esecutivo dovrà decidere cosa fare e come agire nei prossimi giorni. Tra le novità c’è quella del Super Green pass, valido solo per i vaccinati e i guariti. Una misura che prende a modello la regola 2G adottata in Germania e in Austria.

Ciò significa che rimarrebbero tagliati fuori sia i tamponi molecolari che gli antigenici per ottenere la certificazione. Di conseguenza sarebbero vietate una serie di attività, come l’accesso a ristoranti, musei, cinema, eventi culturali e stadi. La validità del certificato ottenuto con i tamponi verrebbe limitata solo all’accesso al lavoro, ai viaggi o ai servizi essenziali.

Leggi anche >> Green pass e restrizioni, cosa si potrà fare a Natale e Capodanno

Cosa si potrà fare con il solo tampone

Secondo le indiscrezioni pubblicate dal Corriere della Sera, il Super Green pass dovrebbe essere introdotto già da dicembre e sarà rilasciato solo a chi è vaccinato.

E per quanto concerne i tamponi, il Governo starebbe valutando la riduzione della validità di questi ultimi. Il test antigenico potrebbe valere per 24 ore (ora vale 48 ore) e il test molecolare 48 ore (ora vale 72 ore).

Spostamenti

Per i treni ad alta velocità e gli aerei non sono previste novità. Dunque basta mostrare la negatività del tampone al momento dei controlli. Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, metro e bus, il governo sta valutando se rendere o meno obbligatorio il Green pass.

L’elenco delle attività per i vaccinati col Super Green pass

Il Super Green pass servirà per accedere a bar e ristoranti, palestre, piscine, teatri, cinema, stadi, discoteche, musei, mostre e sale giochi. Tutte queste attività potrebbero essere aperte, dunque, solo a chi è vaccinato. Le nuove disposizioni dovrebbero valere per tutte le fasce di colore, quindi anche in zona bianca.

Obbligo terza dose per alcune categorie

Il Governo sta pensando anche di introdurre eventualmente l’obbligo della terza dose di vaccino per alcune categorie. Tra queste c’è sicuramente il personale sanitario, ma potrebbero essere comprese anche le forze dell’ordine e il personale scolastico.

continua a leggere su Teleclubitalia.it