Finisce in carcere Chiara Esposito, la 24enne di Sorrento ritenuta responsabile di violenza sessuale di gruppo aggravata dall’uso di sostanze stupefacenti e di traffico e detenzione di droga e condannata a 5 anni e 6 mesi di reclusione.  

Sorrento, aiuta l’orco ad abusare di una ragazza: presa complice 24enne

Esposito era stata accusata di spacciare insieme a Mario Pepe, 54 anni, ex proprietario del ristorante “I Giardini del Tasso” di Sorrento e di aver adescato una ragazza che poi era stato drogata e violentata dal ristoratore nella struttura. L’uomo poi era stato condannato a 7 anni e 2 mesi.

La ricostruzione

I fatti risalgono al 2016. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la vittima si trovava nel ristorante, fu però prima drogata e poi violentata. Le venne sciolto del Ghb in un bicchiere e poi il ristoratore abusò di lei mentre era sotto effetto di stupefacenti.

Le indagini scattarono subito dopo la denuncia della vittima, la quale raccontò agli inquirenti di aver saputo da un amico di essere stata violentata dal ristoratore. L’uomo, secondo il racconto della vittima, avrebbe offerto 100 euro a Chiara Esposito. Con la complicità della 24enne, il ristoratore è riuscito a versare la droga nel vino e poi ad abusare della vittima. 

L’arresto

Ieri pomeriggio, 15 novembre, i poliziotti di Sorrento hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Torre Annunziata. Esposito è stata arrestata nella sua abitazione e condotta nel carcere femminile di Pozzuoli.

continua a leggere su Teleclubitalia.it