È deceduto all’ospedale del Mare, a Ponticelli, il papà della 56enne trovata morta in casa in mattinata, a Marigliano, in provincia di Napoli.

Marigliano, è morto il papà che ha ucciso la figlia malata di Alzheimer a colpi di pistola

Fin da subito le sue condizioni sono apparse gravissime. E nonostante gli sforzi dei medici, per lui non c’è stato niente da fare. Secondo gli inquirenti l’uomo anziano avrebbe ucciso la figlia, malata da tempo di Alzheimer, nella abitazione in via Vittorio Veneto, in cui risiedevano entrambi, dopodiché avrebbe tentato di fare lo stesso, puntandosi una pistola alla testa. L’arma da fuoco, una calibro 6,35, è stata poi trovata dai Carabinieri di Castello di Cisterna a terra durante i rilievi. A quanto pare la pistola era regolarmente detenuta dall’uomo. 

Non è chiaro cosa sia successo, gli investigatori stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica di quello che sembra essere a tutti gli effetti un omicidio-suicidio. Nel frattempo sono stati già ascoltati i parenti e vicini di casa per capire se, eventualmente, tra padre e figlia ci fossero incomprensioni e problemi. Ma è possibile anche che il gesto estremo sia legato alla malattia di cui soffriva la donna e alle difficoltà di un padre anziano a prendersi cura di lei.

In casa, oltre alla donna ormai senza vita, è stato trovato l’uomo, riverso sul pavimento, agonizzante. Subito i sanitari del 118, accorsi sul posto, lo hanno trasportato all‘Ospedale del Mare, a Ponticelli, dove poi è spirato.

continua a leggere su Teleclubitalia.it