Per undici anni si era reso irreperibile. E come il ladro gentiluomo e maestro del travestimento Arsene Lupin, per non farsi catturare, aveva cambiato identità più volte, uno stratagemma che gli aveva permesso di eludere i controlli delle forze dell’ordine e di sfuggire alle manette. Alla fine, però, le sue “precauzioni” non sono bastate, perché i carabinieri sono riusciti a trovarlo e ad arrestarlo.

Ricercato da 11 anni per furti e rapine: aveva 16 identità diverse. Arrestato

L’uomo, un 38enne di origine serba, era infatti ricercato dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere per una serie di reati contro il patrimonio, rapine e furti soprattutto in abitazioni commessi tra le province di Avellino, Caserta, Salerno ma anche Chieti, Pesaro-Urbino e Sassari, per un cumulo di pene pari a 9 anni, 8 mesi e 27 giorni di reclusione. La cattura è arrivata nel pomeriggio di ieri, in un’operazione congiunta della Carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone e i colleghi di Montella.

Dalle indagini è emerso che il 38enne aveva cambiato sedici volte identità nel corso degli anni. Ognuna diversa dall’altra, con nomi e cognomi fittizi, mentre altre avevano nomi simili ma che gli consentivano di passare inosservato. Alla fine, però, l’uomo è stato scoperto dai Carabinieri e tratto in arresto. Dopo le formalità di rito, il ricercato è stato portato nella Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. Dovrà anche pagare una multa di 3200 euro.

continua a leggere su Teleclubitalia.it