C’è una svolta nel comune di Giugliano per chi percepisce il Reddito di Cittadinanza. Come fa sapere il sindaco Nicola Pirozzi attraverso un post Facebook, finalmente partono i Puc, “Progetti utili alla collettività”, per chi beneficia del sussidio dei 5stelle. Al momento saranno impegnate 61 persone in un quattro settori: Anagrafe, Cultura, Polizia locale e Ambiente.

Ufficio Anagrafe

Per quanto riguarda il settore Anagrafe, i percettori del reddito svolgeranno mansioni di supporto e assistenza agli uffici; 15 lavoratori in totale di cui ben 4 dislocati presso gli uffici di Lago Patria.

Cultura

Per l’area Cultura, invece, 5 percettori del Reddito di Cittadinanza saranno impiegati presso la biblioteca comunale col compito di assistenza e supporto per 4 ore al giorno per due giorni a settimana.

Polizia Municipale

26 unità saranno impiegati nella sorveglianza degli alunni all’ingresso e all’uscita di scuola.

Ambiente

I restanti 15, invece, nel settore Ambiente si occuperanno del controllo e dello smaltimento dei rifiuti e forniranno un ausilio agli agenti sul controllo delle attività commerciali, pulizia spiagge e strade.

Puc a Giugliano

La legge che ha introdotto il Reddito di cittadinanza prevede che i beneficiari del sussidio sono tenuti ad offrire, nell’ambito del Patto per il lavoro e del Patto per l’inclusione sociale, la propria disponibilità per la partecipazione a progetti dei Comuni utili alla collettività in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni, da svolgere presso il Comune di residenza.

“Abbiamo raggiunto un risultato importante”, ha dichiarato il primo cittadino di Giugliano. I progetti per la collettività era uno dei punti previsti dal programma elettore di Pirozzi che è riuscito a portare a termine.

continua a leggere su Teleclubitalia.it