Lotta ai reati ambientali nella “Terra dei Fuochi”: i carabinieri della stazione di Qualiano e quelli Forestali della stazione di Pozzuoli hanno denunciato per violazione di sigilli, scarichi in fogna senza autorizzazione, abbandono di rifiuti non autorizzati, smaltimento illegale ed emissioni pericolose in atmosfera un 58enne e un 61enne.

Lotta ai reati ambientali nella “Terra dei Fuochi”: due in manette

I militari, durante un servizio di contrasto ai reati ambientali nell’ambito dell’attività della c.d. ”Terra dei fuochi”, hanno sorpreso due uomini mentre lavoravano all’interno della loro officina meccanica, nonostante fosse stata già sottoposta a sequestro nel 2018 per violazioni dello stesso tipo.

Dai controlli dei carabinieri, è emerso che l’attività continuava ad essere condotta, senza le previste certificazioni sulle immissioni pericolose nell’atmosfera, e che gli scarichi reflui industriali erano collegati abusivamente alla fogna civile. Assente anche il formulario per lo smaltimento degli scarti dei prodotti derivanti dall’attività di officina meccanica.

Il locale, di circa 120 mq, e le attrezzature del valore complessivo di 100mila euro sono stati sequestrati.

continua a leggere su Teleclubitalia.it