Maxi sequestro ai danni di un imprenditore ritenuto essere vicino al Clan dei Casalesi. Gli investigatori della Dia di Roma hanno sequestrato a Frosinone, Latina, Isernia, Napoli e Caserta oltre  200 camion, 2 cave di marmo, società, terreni e immobili di proprietà di Vincenzo Zangrillo per un valore che supera i 20 milioni di euro.

A Zangrillo fanno capo alcune società che operano nel trasporto merci ed autovetture ma anche allo smaltimento dei rifiuti.

continua a leggere su Teleclubitalia.it