Napoli. Caos all’ospedale del Mare di Ponticelli, dove nel pomeriggio di ieri quattro sanitari in servizio al Pronto Soccorso sono stati aggrediti dai parenti di un paziente.

Napoli, aggressione all’ospedale del Mare: sanitari presi a “secchiate” da parenti di un paziente

A denunciare l’accaduto è l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate sul suo profilo Facebook. Il paziente, che era stato già preso in carico in area chirurgica e aveva bisogno di una consulenza urologica, spazientito per l’attesa, avrebbe fomentato i parenti che erano fuori al triage.

Poco dopo questi avrebbero iniziato ad urlare, a colpire a calci la porta d’ingresso, per poi entrare all’interno del Pronto soccorso.

Mentre il personale di accettazione cercava di placarli, i familiari del paziente avrebbero reagito aggredendo i sanitari e colpendone uno con un contenitore di rifiuti speciali, finiti a terra nel locali dell’ospedale.

“Su 4 operatori aggrediti verbalmente e fisicamente solo 1 ha deciso di denunciare l’accaduto alle autorità competenti”, afferma Manuel Ruggiero, presidente di Nessuno Tocchi Ippocrate, che aggiunge: “Non basta la guerra in Ucraina per far capire a questi trogloditi il valore della pace e della “non violenza”, educarli da piccoli per avere risultati in futuro, oramai questa generazione è perduta ed avremo strascichi per ancora molti anni”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it