Annuncio ufficiale da parte del Governo austriaco: lockdown generale da lunedì 22 novembre in Austria. Durerà 20 giorni e poi proseguirà per i non vaccinati. L’obiettivo è quello di far scattare l’obbligo vaccinale dal prossimo primo febbraio.

Lockdown in Austria per tutti

Il governatore del Land Tirolo Guenther Platter ha annunciato che dal primo febbraio scatterà l’obbligo vaccinale: solo così sarà possibile uscire dalla pandemia che continua a rappresentare un costante problema, specialmente con il rialzo dei contagi. “Nonostante mesi di impegno non siamo riusciti a convincere abbastanza gente a farsi vaccinare”, si è rammaricato il cancelliere Alexander Schallenberg.

“Ci sono troppe forze politiche che ci vanno contro”, ha aggiunto parlando di un “attentato al sistema sanitario”. Platter, che attualmente presiede la conferenza dei governatori austriaci, ha sottolineato l’importanza che governo e Laender ora “si muovano nella stessa direzione”. “Solo assieme alla popolazione possiamo evitare la quinta ondata”, ha aggiunto il presidente del Land Tirolo. Nelle scuole austriache torna l’obbligo di mascherina. I bambini potranno comunque restare a casa anche senza certificato medico e riceveranno “pacchetti per lo studio”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it