Era il 1980 quando Mena Morlando, 25enne giuglianese, fu vittima innocente per mano della Camorra. Da allora ogni anno il 17 dicembre si celebra il suo anniversario, per non spegnere mai la memoria e affinché la sua morte non sia stata vana. Messa a lei dedicata come di consueto nella chiesa di Sant’Anna, parrocchia del quartiere di cui era originaria Mena Morlando. 

Dibattito nella sala consiliare di Giugliano dedicato a Mea Morlando, vittima innocente di Camorra in cui si è discusso della storicità del modus operandi della malavita. L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione Libera. Tra gli intervenuti anche il Senatore Sandro Ruotolo che ha ricordato come la storia di Mena somigli a quella della sorella Silvia, morta anche lei per mano della Camorra da vittima innocente. La criminalità ancora oggi si insidia nel quotidiano, tra la gente, nell’economia. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it