A Giugliano i Carabinieri della locale stazione con l’ausilio della Forestale di Pozzuoli hanno denunciato il proprietario di un autolavaggio a via San Vito. Alla base della denuncia fatta dai militari dell’Arma ci sarebbe la gestione illecita annessa al deposito incontrollato dei rifiuti.

I carabinieri sequestrano l’intera area adibita all’autolavaggio

Andiamo ai fatti. I carabinieri erano impegnati in un servizio legato al contrasto dell’inquinamento ambientale. Un’attività molto comune sopratutto sui territori a nord di Napoli. Una vota arrivati sul posto i militari hanno accertato che l’uomo non fosse provvisto del registro su cui annotare i carichi e gli scarichi dei rifiuti oltre a qualsiasi altro formulario per lo smaltimento dei rifiuti stessi. Sostanzialmente l’operazione ha permesso di constatare che il titolare dell’autolavaggio non avesse potuto minimamente dimostrare lo smaltimento di rifiuti prodotti dall’attività svolta dalla ditta.

Solitamente le aree adibite al lavaggio dei veicoli sono attrezzate di detergenti vari, smacchiatori, spugne e quant’altro. Oltre ovviamente alla numerosa produzione di fango durante le attività di lavaggio. In poche parole i carabinieri non hanno potuto riscontrarne il lecito smaltimento. Ma non è tutto. Durante l’operazione i carabinieri hanno squestrano l’intera area pari a circa 150 metri quadri e l’intera attrezzatura adibita alle azioni di lavaggio delle vetture.

continua a leggere su Teleclubitalia.it