de luca napoli covid appello cittadinanza

“Se i contagi aumentano, si chiude tutto”. O pensate che stiamo a scherzare?». Sono state queste le parole di Vincenzo De Luca che, nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino, assieme al sindaco Gaetano Manfredi, ha incontrato i neo assunti al Comune di Napoli con il concorso Ripam-Regione Campania.

Napoli, le parole di De Luca

“Le amministrazioni decidono, ma se precipita in maniera drammatica la crisi Covid si chiude tutto. O pensate che stiamo a scherzare, che per fare una festa poi dobbiamo chiudere le nostre città e le attività economiche per 5 mesi? Stiamo attenti perché veramente non c’è da scherzare”.

“Mi davano i dati di questa mattina, c’è un focolaio pesante che abbiamo registrato a Capri. In una scuola abbiamo fatto 50 tamponi molecolari e ci sono 25 positivi. Adesso dobbiamo fare 400 tamponi molecolari per cercare tutti i contatti. Fare 400 tamponi è un conto, ma se cominciamo ad avere 1.500 positivi, che significa 15mila contatti da verificare, è chiaro che non ce la facciamo più. Allora dobbiamo avere veramente il massimo di responsabilità e di controllo”, ha proseguito il Presidente della Regione.

continua a leggere su Teleclubitalia.it