andrea costa obbligo quarantena isolamento

Potrebbe non essere più vigore la norma che obbliga all’isolamento domiciliare i positivi al Covid-19. Ad anticiparlo è il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa che, in vista di una “necessaria convivenza” col virus, ha spiegato come un provvedimento in tale direzione potrebbe presto essere preso in considerazione.

Covid, stop all’isolamento in caso di positività. L’annuncio di Costa

“Credo che siamo molto vicini a questo traguardo, cioè lo stop all’isolamento domiciliare per i positivi. D’altronde l’obiettivo è quello della convivenza con il virus e se parliamo di convivenza non possiamo che rimuovere anche l’isolamento per i positivi”, ha detto Costa.

In pratica anche i positivi al Covid non avrebbero più alcun obbligo di isolarsi come succede ora, dal primo tampone positivo al primo tampone negativo. Gli asintomatici circolerebbero liberamente e chi pure dovesse presentare delle sintomatologie non per forza resterebbe a casa. Insomma, il Covid sarebbe trattato come un raffreddore. L’ipotesi di superare l’isolamento domiciliare nonostante la positività al virus ha già diviso gli esperti, e non piace al presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Filippo Anelli.

Intanto il Governo ha decretato lo stop all’obbligo di mascherina nei cinema, teatri e palazzetti e agli esami di maturità dove l’uso del dispositivo diventa una raccomandazione. Prorogato fino a settembre l’obbligo di mascherina su treni e mezzi pubblici di trasporto, con esclusione dei voli, rsa e strutture ospedaliere.

continua a leggere su Teleclubitalia.it