de luca diretta venerdì 23 luglio

Mostra preoccupazione il governatore della Campania Vincenzo De Luca nel corso della sua consueta diretta del venerdì dove fa il punto dell’emergenza Covid. “Siamo in un momento difficile – spiega il Presidente della Regione -. Abbiamo una ripresa fortissima dei contagi in Italia”.

De Luca: “Situazione difficile. Ripresa forte dei contagi”

Il capo dell’Esecutivo regionale però indica anche la via d’uscita: “Per evitare di cadere in un clima di depressione e angoscia, dobbiamo usare la ragione. Dobbiamo completare la campagna di vaccinazione. E’ questo l’obiettivo prioritario. Più si ritarda la vaccinazione, più aumenta la probabilità di diffusione delle varianti che fanno slittare la fine della pandemia. Occorre anzitutto completare l’immunizzazione della popolazione studentesca per il ritorno a scuola in presenza“.

Attacco a Salvini e ai no-vax

Duro l’attacco ad alcuni esponenti del Governo, in particolare all’indirizzo del leader della Lega, Matteo Salvini: “Quando dice che possiamo fare a meno del vaccino se abbiamo meno di 40 anni, sta dicendo una follia. Il vaccino non è questione di libertà. La libertà di ogni cittadino deve essere limitata dalla responsabilità che ciascuno di noi ha nei confronti della collettività”.  Da qui l’unica strada per scongiurare chiusure e lockdown e favorire la vaccinazione di chi è impiegato nelle attività produttive: “Se vogliamo garantire la continuità delle fabbriche, occorre che i lavoratori si facciano il vaccino”.

Ok al Green pass obbligatorio

Vincenzo De Luca approva anche la scelta del Governo centrale di rendere obbligatorio il green pass per accedere a determinate attività commerciali o a eventi pubblici. “Su questa linea dobbiamo tutelare chi rischia di contagiarsi – spiega il governatore -. Non vogliamo togliere libertà a nessuno ma dare servizi in più a chi dimostra di essere responsabile. In Campania abbiamo la carta di certificazione già da quattro mesi. Abbiamo stampato 2 milioni di tessere di vaccinazione che avranno lo stesso valore che ha la green card nazionale”.

Ritorno a scuola solo con immunità di gregge

Tema centrale della diretta del governatore è anche quello della scuola. De Luca ribadisce la necessità di conseguire l’immunità di gregge per la popolazione scolastica: “Se non si raggiunge, ci sarà ancora necessità di didattica a distanza. Occorre immunizzare almeno il 70 % degli studenti. Utilizziamo l’ultima settimana di luglio e ad agosto per farlo. Poi decidiamo quando iniziare l’anno scolastico in base alla percentuale di vaccinati. Per tornare a scuola tutti in presenza, è l’unica strada. La seguiremo, anche a costo di ritardare l’apertura dell’anno scolastico”.

Annullati alcuni eventi

Il governatore annuncia anche la sospensione di alcuni eventi pubblici, tra i quali il Giffoni Film Festival e la festa di Sant’Anna a Ischia: “Avere 9mila persone assembrate in un solo posto significa accendere nuovi focolai. Non avremmo gli strumenti per fare il tracciamento di tanti positivi. Così si determina la reazione a catena che moltiplica il contagio. Per questo è necessario oggi essere prudenti e non fare la corsa alle riaperture”, tuona De Luca.

continua a leggere su Teleclubitalia.it