E’ di un morto e due feriti il bilancio definitivo della tragedia avvenuta ieri nel mare di Castel Volturno. A perdere la vita Claudio, 62enne di Cardito, travolto dalle onde del mare in tempesta. L’uomo, in compagnia di un amico, che nel frattempo riposava al fresco dell’ombrellone e che non si è accorto di nulla, si è trovato in difficoltà mentre faceva il bagno, travolto da onde alte. È stato un gruppo di giovani dalla riva a rendersi conto che qualcosa non andava. Rapidi, hanno deciso di fare una catena umana e provare a salvare l’uomo. Ma le onde sono diventate sempre più alte, e una di queste ha spezzato la catena. D’un tratto una decina di persone si sono trovate travolte della marea e Claudio – che lavorava in una fabbrica di bomboniere a Casavatore e lascia 3 figlie, non ce l’ha fatta. 

Due tra i soccorritori sono rimasti feriti e sono ora ricoverati alla clinica Pineta Grande. Per parecchie ore, guardia Costiera di Castel Volturno e Vigili del Fuoco di Caserta hanno cercato con mezzi navali, sommozzatori e un elicottero, un disperso – che, secondo molti bagnanti della spiaggia libera di Pinetamare, avrebbe dovuto essere un 25enne nipote del 62enne deceduto – ma con il passare delle ore si è capito che la segnalazione era errata, frutto forse dell’enorme confusione che si è generata sulla spiaggia libera.

Solo dopo alcune ore, quando è giunto un amico del 62 enne, è stato chiarito che non c’era alcun nipote. Inoltre uno dei due feriti, sentito dalla Guardia Costiera, ha ammesso che un altro ragazzo era stato soccorso e aveva fatto ritorno in spiaggia. Così l’intervento di soccorso è stato chiuso.

continua a leggere su Teleclubitalia.it