picchiata sigarette compagno caserta

Picchiava la compagna quando non aveva i soldi per comprare le sigarette o la droga. Sfogava con la violenza la sua frustrazione, in presenza anche del figlioletto. A.B., 30 anni – queste le sue iniziali – durante il processo ha però negato ogni addebito a suo carico.

L’uomo violento è attualmente in carcere, con l’accusa di violenze e maltrattamenti ai danni della compagna. Come spiega Casertace, nel corso delle verifiche, la polizia ha accertato che la vittima aveva subito per anni violenza fisica e psicologica anche davanti al figlio piccolo, violenza che si scatenava soprattutto quando il 30enne non aveva il denaro per comprare sigarette o sostanze stupefacenti di cui faceva frequente uso.

L’episodio più grave si sarebbe verificato lo scorso mese di febbraio, allorquando la vittima è stata minacciata di morte con un coltello dal compagno, riuscendo, con uno stratagemma, a rifugiarsi poi in Questura per chiedere aiuto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it