Napoli. Svolta nelle indagini sulla strage di via Fontanelle nel rione Sanità. La DDA di Napoli ha disposto quattro provvedimenti di fermo. Ad esegurli la squadra mobile di Napoli.

I destinatari sono Antonio Genidoni, figliastro del defunto boss Pietro Esposito, arrestato a Milano, la moglie Vincenza Esposito, la madre Addolorata Spina ed Emanuele Esposito.

Proprio quest’ultimo è un familiare di Fabio e Giuseppe Esposito, i due uomini ammazzati sabato a mezzogiorno nell’autofficina di Marano. I fermati sarebbero i presunti autori e mandanti della Strage delle Fontanelle. Il decreto di fermo è stato firmato dal pm della Dda Enrica Parascandolo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it