Altro pareggio per il Napoli. La squadra di Garcia non riesce a trovare la rete della possibile vittoria: il palo colpito da Osimhen ad inizio gara, ed il rigore sbagliato al secondo tempo stesso dal nigeriano, impediscono di conquistare tre punti importanti per la classifica. A Bologna termina 0-0. Ora, la capolista Inter è a +7.

Bologna-Napoli: pareggio senza emozioni

Il Napoli di Rudi Garcia scende in campo con il 4-3-3, con Alex Meret tra i pali. In difesa debutta dal 1’ Natan, che sostituisce l’infortunato Juan Jesus, di fianco ad Ostigard. Rrahmani non ha recuperato. Sulle fasce, il tecnico transalpino si affida al capitano Di Lorenzo e Olivera, mentre a centrocampo ci sono Lobotka, Anguissa e Zielinski. Infine, in attacco parte da titolare Raspadori, insieme a Kvaratskhelia e Osimhen.

Inizia il primo tempo ed il Napoli cerca sin da subito il tap in vincente. Il primo squillo arriva da Osimhen: il nigeriano, servito da Raspadori, non riesce a superare un super Skorupski, che devia il pallone sul palo. La squadra azzurra continua la sua progressione nella metà campo rossoblu, senza però trovare il goal. Si va negli spogliatoi sullo 0-0, ma gli uomini di Rudi Garcia mostrano una buona compattezza, soprattutto in fase difensiva.

Nel secondo tempo i ritmi vanno un po’ a calare. L’occasione più importante del match ce l’ha Osimhen, che ha l’opportunità di portare in vantaggio il Napoli: rigore per gli azzurri, ma il nigeriano non centra lo specchio della porta. La gara da lì in poi non riserva altre sorprese e termina, dunque, a reti bianche.

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp