Un’altra nottata di puzza nauseabonda a Giugliano. Ieri sera, tutta l’area a Nord di Napoli è stata invasa dal fetore che aveva creato proteste e malumori già da fine agosto. La novità di ieri è che il Sindaco e parte della giunta si sono recati sul posto formando un vero e proprio picchetto fuori all’impianto di biodigestione della Castaldo Hitech.

Ancora puzza tra Giugliano e Qualiano: nella notte controlli al biodigestore

Sul posto anche gli uomini dell’Arpac che, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbero stati apostrofati in malo modo dal Presidente Bonabitacola, che nel pomeriggio avrebbe fatto un blitz allo Stir. Il vice presidente avrebbe costato, secondo i presenti, la scarsità delle risorse messe in campo per controllare gli altri impianti della zona.

Sul posto anche l’assessore Coppola e il Presidente del Consiglio Adriano Castaldo.

I controlli di Arpac e Carabinieri sono andati avanti sino a tarda notte ma non sarebbero emerse particolari anomali. Si attende a questo punto di capire che cosa succederà nelle prossime ore con tutti gli occhi puntati sull’impianto di trattamento dell’umido. I proprietari dalla loro ribadiscono che hanno invitato il sindaco di Giugliano così come avevano fatto un mese fa con quello di parete a visitare l’impianto è che i cattivi odori non provengano dal biodigestore.

Leggi anche: Giugliano, rinvenuto cadavere di un 40enne nel Lago Patria

continua a leggere su Teleclubitalia.it