Ha abbandonato la moglie e la famiglia quando una delle due figlie era ancora minorenne e non è più tornato, senza motivo e senza dare nessuna spiegazione. Non ha mai aiutato economicamente la moglie che ha dovuto rimboccarsi le maniche ed andare avanti da sola per crescere le ragazze.

È stato condannato per l’accusa di sottrazione degli obblighi di assistenza inerenti alla responsabilità genitoriale e alla qualità di coniuge. Si tratta di un campano di 55 anni che dopo 22 di matrimonio ha abbandonato la famiglia interrompendo ogni legame affettivo non solo con la consorte ma anche con le figlie.

Il giudice del Tribunale di Salerno, all’esito del rito abbreviato, ha condannato l’uomo ad un mese di reclusione, ad una multa di 200 euro e al risarcimento dei danni da stabilirsi in sede civile nei confronti della moglie. Il 55enne si è allontanato improvvisamente nel luglio del 2012 facendo perdere le sue tracce, e senza più curarsi del mantenimento economico delle figlie. L’uomo è tornato nella cittadina dove risiede la sua famiglia, un piccolo paese del Nord Italia, cessando di far fronte alle ordinarie spese alimentari e di abbigliamento necessarie per il mantenimento della sua famiglia. La denuncia della moglie ha fatto partire le indagini ed ora è anche arrivata la sentenza del giudice.

continua a leggere su Teleclubitalia.it